Tel.:  086 36141


Tagliacozzo, capoluogo culturale della Marsica

Taglicozzo è un comune della provincia dell'Aquila in Abruzzo. Tagliacozzo fa parte della comunità montana Marsica, è il terzo comune della Marsica per estensione territoriale e per abitanti, capoluogo culturale del territorio. Fa parte del club dei Borghi più belli d'Italia. É considerata "città d'arte" e presenta inoltre una fontana risalente al 1200 che, a seguito di diverse ristrutturazioni, è divenuta monumento nazionale.

Il castello

Il castello fu edificato nell'XI secolo: la sua presenza era infatti indispensabile per proteggere il paese che si sviluppava proprio al di sotto delle pareti a strapiombo del monte Civita, un luogo che per la sua stessa posizione strategica non poteva essere lasciato incustodito.
una scritta su un palazzo comunale

Il teatro Talia

Il fabbricato era in origine un convento di monaci benedettini, soppresso da papa Innocenzo X nel 1652 e riutilizzato come teatro nel 1686. Dapprima solo sommariamente attrezzato, l'interno fu poi fornito di palchi, poltrone, palcoscenico (tutto in legno di castagno), scene dipinte, sipari, camerini, ecc.

In evidenza

Si rende noto che, in attuazione della Deliberazione di Giunta Comunale n° 57 del 20/04/2012e
dell’Ordinanza del Sindaco n° 139 del 20.08.2012, a far data da sabato 25 agosto 2012 viene istituito il percorso ciclo-pedonale privilegiato lungo via delle Macchie (già via delle Selve), nel tratto tra la nuova struttura Casa-famiglia A.N.F.F.A.S. e l’incrocio con via Sfratati, per complessivi 2.350 metri circa.
delle rocce

Il clima

La temperatura media annua di Tagliacozzo è di 10,8 °C. Il mese più freddo è gennaio con una media di 2,5 °C e il più caldo è agosto con 19,6 °C. La temperatura più alta registrata a Tagliacozzo corrisponde a 40,0 °C mentre la temperatura minima assoluta più bassa è di -17 °C. La stagione più piovosa è l'autunno, seguita dall'inverno e dalla primavera.

La gastronomia

Le pietanze caratteristiche di Tagliacozzo sono: gli gnocchetti con ceci, celebrati con una sagra ad inizio agosto; la polenta con salsicce e spuntature servita in piatti di legno (le scifellette), cui pure è dedicata una sagra ai primi di dicembre; infine, l’agnello a cacio e uova per la prelibatezza della carne.
Per comunicare con il Municipio: 086 36141
Share by: